4.00 avg. rating (79% score) - 4 votes
Interazione Pompelmo e Antidepressivi
Interazione Pompelmo e Antidepressivi

Assolutamente sì. Il succo di pompelmo e altri agrumi possono interagire con parecchi tipi di prescrizioni mediche. Non prendete queste interazioni alla leggera.

Alcune interazioni possono potenzialmente causare pericolosi problemi di salute: se state assumendo dei farmaci consultatevi con il vostro medico o farmacista prima di consumare prodotti contenenti agrumi, compreso il pompelmo.

Dovrete probabilmente eliminare il pompelmo dalla vostra dieta perché assumere il vostro farmaco (o i farmaci) e il pompelmo in momenti differenti della giornata o a distanza di poche ore non basterà a bloccare o ridurre gli effetti dell’interazione.

Come interagisce e perché il succo di Pompelmo

I farmaci vengono normalmente elaborati nel fegato e nell’intestino tenue da un gruppo specializzato di proteine chiamate citocromo (CYP) P450 (in particolere il CYP3A4). I citocromi “scompongono” i farmaci, riducendo i livelli ematici di molti di essi.

La quantità dell’enzima CYP3A4 nell’intestino varia da persona a persona. Alcune persone hanno molto enzima e altre solo un po’ e questo spiega come il succo di pompelmo possa influenzare le persone in modo diverso anche quando prendono lo stesso farmaco.

immagina www.fda.gov

Il pompelmo e alcuni dei suoi parenti stretti contengono una classe di sostanze chimiche chiamate furanocumarine. Le furanocumarine disturbano la normale funzione dei citocromi. Infatti, gli studi dimostrano che aumentano i livelli ematici di oltre 85 farmaci rallentando il modo in cui i citocromi normalmente scompongono i farmaci nell’intestino e nel fegato: il pompelmo può alterare gli effetti terapeutici e aumentare quelli collaterali di questi farmaci .

Un pompelmo intero o 200 ml di succo sono sufficienti per avere un impatto su questi enzimi, abbastanza per aumentare le concentrazioni di farmaci attivi nel corpo e, quindi, abbastanza per causare effetti collaterali o semplicemente potenziare gli effetti terapeutici del farmaco, come nel caso degli antidepressivi.

Infatti il farmaco alla luce di ciò potrebbe restare in corpo per troppo o troppo poco tempo. Un medicinale che è stato metabolizzato troppo in fretta potrebbe non funzionare come ci si aspetterebbe; mentre, al  contrario, se sta in corpo troppo a lungo potrebbe potenzialmente salire a livelli pericolosi.

Quali sono i medicinali più coinvolti

La lista di medicinali che possono interagire con il pompelmo è lunga e include più di 80 medicinali:

  • Antibiotici per combattere le infezioni: per es., eritromicina;
  • Ipolipemizzanti per ridurre il colesterolo: per es., atorvastatina, lovastatina e altri;
  • Antipertensivi per trattare la pressione sanguigna alta: per es., felodipina, carvedilolo e altri;
  • Antiaritmici per trattare i problemi di cuore: per es., amiodarone ;
  • Psicofarmaci per trattare la depressione: come per es, il fluvoxamina e molti altri SSRI antidepressivi;
  • Psicofarmaci per trattare gli stati di ansia e gli attacchi di panico: per es, il buspirone e molti altri ansiolitici e ipnotici;
  • Antiepilettici per il controllo della epilessia, per es, la carbamazepina;
  • Immunomodulanti per prevenire il rigetto di organi nei pazienti sottoposti a trapianto: per es., ciclosporina, tacrolimus e altri;
  • Corticosteroidi per trattare malattie come il Morbo di Chron e la Colite Ulcerosa;

Il succo di pompelmo non influisce su tutti i farmaci delle categorie di cui sopra. La gravità dell’interazione può essere diversa a seconda della persona, del farmaco e della quantità di succo di pompelmo bevuto e in generale gli esperti sono concordi nell’affermare che gli effetti che si osservano in pazienti che assumono antidepressivi non sono tra i più gravi come per altre categorie di farmaci.

Succo di Pompelmo e Antidepressivi

Il corpo scompone normalmente gli antidepressivi ma il succo di pompelmo potrebbe diminuire la velocità con cui il corpo si libera della clomipramina (Anafranil), della sertralina (Zoloft, Tatig), del trazodone (Trittico) e della fluvoxamina (Fevarin). L’assunzione di succo di pompelmo insieme a questi farmaci potrebbe aumentarne gli effetti collaterali.

Gli effetti delle furanocumarine del pompelmo differiscono notevolmente a seconda dei farmaci e mentre ci sono stati alcuni rilievi scientifici che hanno evidenziato interazioni tra pompelmi e antidepressivi, non c’è nessuna prova definitiva che suggerisca che gli antidepressivi siano una categoria di farmaci particolarmente a rischio se consumata insieme al pompelmo (succo o polpa) quando assunto occasionalmente dal paziente. Altro discorso invece se il paziente assume (per ragioni cliniche) elevate dosi di antidepressivo, è portatore di comorbidità, come per esempio cardiopatie, e ha l’abitudine di consumare quotidianamente pompelmo.

Pompelmo e altri Agrumi

I ricercatori hanno identificato altri frutti e succhi che potrebbero interagire con i farmaci. Tutto questo perché molte varietà di agrumi sono innestate nei fusti del pompelmo. I Mapo o Tangeli, per esempio, sono un incrocio tra mandarino e pompelmo, così come i Pomeli. Anche le arance di Siviglia (e il loro succo) dovrebbero essere evitati se si stanno assumendo medicinali che interagiscono con il pompelmo.

Un altro potenziale problema è che alcuni prodotti possono contenere tracce di pompelmo ma spesso non è esplicitato sull’etichetta o sulla lista di ingredienti. Per esempio numerose bibite al gusto di agrumi potrebbero contenere del succo o dell’estratto di pompelmo.

Fate molta attenzione con i farmaci: chiedete al vostro medico o al farmacista quando assumete dei nuovi medicinali e chiedete sempre se interagiscono con qualche alimento o altre medicine. Se la risposta è sì chiedete se è necessario eliminare quel tipo di alimento dalla vostra dieta o se esistono farmaci alternativi che non interagiscono!

Bibliografia

David G. Bailey, George Dresser and J. Malcolm O. Arnold. Grapefruit–medication interactions: Forbidden fruit or avoidable consequences? CMAJ March 05, 2013 185 (4) 309-316;

Sugimoto K, Araki N, Ohmori M, Harada K, Cui Y, Tsuruoka S, Kawaguchi A, Fujimura A. Interaction between grapefruit juice and hypnotic drugs: comparison of triazolam and quazepam. Eur J Clin Pharmacol. 2006 Mar;62(3):209-15.

Seden K, Dickinson L, Khoo S, Back D. Grapefruit-drug interactions. Drugs. 2010 Dec 24;70(18):2373-407.

Hori H, Yoshimura R, Ueda N, Eto S, Shinkai K, Sakata S, Ohmori O, Terao T, Nakamura J. Grapefruit juice-fluvoxamine interaction–is it risky or not? J Clin Psychopharmacol. 2003 Aug;23(4):422-4.

4.00 avg. rating (79% score) - 4 votes