Antidepressivi Triciclici

La catena triciclica

Benchè gli antidepressivi tricicliciAntidepressivi Triciclici . Leggi anche … » vengano solitamente impiegati per il trattamento della depressione, questa tipologia di farmaci può essere utilizzata per trattare anche altri disturbi quali:

  • emicrania,
  • disturbo ossessivo-compulsivo,
  • mal di testa ricorrenti,
  • disturbo di panico
  • altre forme di dolore.

Il termine “triciclico”, utilizzato per definire questi farmaci, fa riferimento alla loro struttura chimica particolare.

E’ fondamentale assumere i farmaci ogni giorno secondo la dose prescritta dal medico e non interrompere il trattamento in maniera improvvisa per evitare l’insorgenza di sintomi d’astinenza. La dose viene solitamente ridotta verso la fine prima di interrompere il trattamento completamente: questo, però, non deve essere fatto su iniziativa del paziente bensì deve essere il medico a suggerire la riduzione del dosaggio opportuna quando sarà arrivato il momento giusto.

Per quanto riguarda il trattamento delle malattie elencate in precedenza quali emicrania e disturbo ossessivo-compulsivo, il tasso di successo degli antidepressiviAntidepressivi. Leggi anche … » tricicliciAntidepressivi Triciclici . Leggi anche … » può variare.

Per qualunque tipo di cambiamento o interruzione del trattamento, è meglio consultare il medico e non agire su iniziativa spontanea del paziente.