Diversi studi hanno dimostrato i benefici derivanti dall’interruzione di una cura a base di benzodiazepine e farmaci-Z. I risultati hanno mostrato che interrompere il trattamento se si hanno più di 65 anni:

  • non comporta alcun effetto collaterale a lungo termine sui sintomi legati all’insonnia o all’ansiaEsistono altri metodi efficaci contro ansia ed insonnia?. Leggi anche … »

  • porta ad un miglioramento della memoria e dei tempi di reazione. Al contrario, le persone che continuano ad assumere questi medicinali mostrano segni di peggioramento in entrambe le aree

  • maggior prontezza di riflessi

  • miglioramento della qualità della vita sia a livello fisico che sociale

Al contrario, le persone che hanno continuato ad assumere benzodiazepine e farmaci-Z hanno mostrato:

  • un aumento del rischio di fratture dell’anca soprattutto se i farmaci in questione vengono assunti in combinazione ad altri medicinali che possono aumentare l’effetto delle benzodiazepine

  • disturbi di tipo mentale o legati alla memoria, talvolta diagnosticati per errore come demenza

  • aumento del rischio di incidenti stradali, dovuto alla riduzione della prontezza di riflessi

Riassumendo, possiamo concludere che la fine di una cura a base di benzodiazepine o farmaci-Z può portare sia ad un miglioramento della memoria, dei tempi di reazione, dei riflessi e della qualità della vita in generale, sia ad una diminuzione del rischio di cadute, fratture varie e altri incidenti.