Tag "depressione nell’anziano"

Vortioxetina, efficace anche nella depressione dell’anziano

 A suggerirlo sono i risultati di uno studio internazionale, appena presentato al congresso dello European College of Neuropsychopharmacology (ECNP), a Vienna. Il lavoro – un trial in doppio cieco, randomizzato e controllato con placebo e con un confronto attivo (duloxetina) che ha coinvolto oltre 450 adulti over 65 con disturbo depressivo maggiore, arruolati in sette Paesi – ha mostrato nel gruppo trattato con il farmaco sperimentale un miglioramento significativamente maggiore

Quali sono i rimedi fai-da-te più efficaci per la depressione negli anziani?

Non vi è nulla di più sbagliato del pensare che dopo una certa età non si possa imparare nulla di nuovo, cimentarsi in nuove attività o provare stili di vita differenti. La verità è che il cervello umano non smette mai di cambiare così che gli anziani sono in grado di imparare e di adattarsi alle novità esattamente come i più giovani. Spesso, superare la depressione significa trovare nuovi stimoli,

Come aiutare una persona anziana che soffre di depressione?

A causa della natura stessa della depressione, chi ne soffre è spesso portato a rinchiudersi in se stesso senza cercare aiuto. Nel caso delle persone anziane, questa tendenza è aggravata dallo stigma legato alla malattia mentale nel passato o al semplice fatto che la depressione non è considerata come una malattia vera e propria. Se conoscete una persona anziana affetta da depressione, però, potete fare la differenza nella loro vita

Quali medicinali possono causare la depressione negli anziani?

Molti medicinali possono avere tra gli effetti collaterali la depressione. Chi assume più medicinali è particolarmente a rischio soprattutto perchè con l’avanzare dell’età il nostro corpo diventa più sensibile e meno efficace nel metabolizzare i medicinali assunti. Tra i medicinali che possono causare o aggravare i sintomi di depressione vi sono: medicinali per la pressione sanguigna (clonidina) beta-bloccanti (Lopressor, Inderal) calcio-antagonisti medicinali per il Parkinson medicinali per l’ulcera (Zantac, Tagamet)

Come distinguere l’Alzheimer dalla depressione nell’anziano?

Non bisogna affatto pensare che la perdita dell’agilità mentale sia qualcosa che si verifica regolarmente con l’avanzare dell’età. In realtà potrebbe essere un sintomo di Alzheimer o della depressione, malattie entrambe comuni tra gli anziani. Potrebbe essere difficile distinguere le due, dal momento che, sia la depressione che l’Alzheimer presentano dei sintomi in comune, quali: problemi di memoria, discorso e movimenti rallentati mancanza di motivazione. Esistono comunque alcune differenze che

Come distinguere il cordoglio dalla depressione?

Con l’avanzare dell’età, è naturale vivere un numero sempre più crescente di perdite nella propria vita. Quella della perdita è un’esperienza dolorosa, sia che si tratti della perdita della propria indipendenza, delle capacità di movimento, della salute, del lavoro di una vita, o di qualcuno caro. Il cordoglio per queste perdite è una reazione del tutto normale e sana, anche nel caso in cui la tristezza si prolungasse per molto

Come si manifesta la depressione negli individui anziani?

La depressione non compare tra le normali conseguenze dell’invecchiamento. Le ricerche hanno dimostrato come, nonostante le malattie e i problemi di salute di cui possono soffrire, molti anziani sono soddisfatti della propria vita. Quando gli anziani sono vittima di depressione, spesso questa viene ignorata perchè gli anziani tendono a mostrarne dei sintomi meno ovvi o a non voler ammettere di provare un senso di tristezza o di angoscia. In certi

Come scoprire se sono a rischio depressione?

I fattori di rischio della depressione risiedono nella storia familiare e nell’ambiente in cui vive l’individuo. Se pensate di soffrire di depressione molto probabilmente ne avete già sofferto quando eravate più giovani o qualche membro della vostra famiglia potrebbe averne sofferto. Anche gli eventi che state vivendo potrebbero averla causata, sia che si tratti di un trauma psicologico o fisico, o della perdita di una persona amata, oppure di problemi

La depressione è una malattia del cervello?

Grazie alla tecnologia è stato possibile vedere come il cervello delle persone affette dalla depressione appaia ben diverso da quello di persone non interessate da questa malattia. Sono proprio le aree che controllano umore, appetito, pensiero e comportamento il cui funzionamento risulta danneggiato. Anche l’equilibrio chimico del cervello risulterebbe sbilanciato proprio a causa della depressione ma queste immagini non mostrano le cause della malattia che devono ancora essere chiarite del tutto sia sotto il

In quali tipologie si può dividere la depressione negli anziani?

Il disturbo depressivo maggiore, noto anche sotto i nomi di depressione maggiore o clinica, è caratterizzato da una serie di sintomi che interferiscono con le attività quotidiane più semplici quali il mangiare e il dormire. La depressione maggiore rende impossibile alle persone di vivere normalmente. Il disturbo distimico, o distimia, consiste in una forma di depressione più leggera ma è caratterizzato da sintomi che si protraggono per un tempo più

Cosa si intende per depressione e come influisce sugli anziani?

La depressione è qualcosa di più serio del semplice sentirsi tristi. E’ una vera propria malattia capace di interferire con la vita di tutti i giorni e con le attività quotidiane causando gravi problemi a voi e a quanti vi sono accanto. Nonostante si sia generalmente portati a pensare che il suicidio tenda a colpire soprattutto i giovani, questo fenomeno interessa anche gli anziani. A tutti è capitato di sentirsi