OSAS e cPAP - Depressione

La cura della OSAS: cPAP efficace contro la depressione

Una delle cure più efficaci all’interno del trattamento delle apnee ostruttive del sonno ha mostrato effetti benefici anche sulla depressioneSPARX: Un videogioco per aiutare gli adolescenti affetti da depressione. Leggi anche … » nei pazienti affetti da questo disturbo delle vie respiratorie.

Quello delle apnee ostruttive nel sonno (OSAS) è un problema serio che affligge un gran numero di persone portando con sé diversi effetti negativi a carico della salute fisica, e non solo. Questa sindrome, che consiste in una drastica riduzione del flusso d’aria alla vie respiratorie durante il sonno, può causare gravi problemi anche alla salute psichica di chi ne soffre.

I pazienti affetti da apnee ostruttive nel sonno, infatti, sono più inclini di altri alla depressione trovandosi a vivere una situazione che vede grandemente ridotta la qualità della propria vita.

Stando ad alcuni studi effettuati da una clinica specializzata, però, sembra che una delle terapie più efficaci finora trovate per il trattamento delle apnee ostruttive del sonno riesca ad offrire dei benefici anche per quanto riguarda i problemi di depressione che derivano da questa sindrome.

Alla Cleveland Clinic Sleep Disorders Center, infatti, si è potuto notare come l’utilizzo della pressione positiva delle vie aeree (PAP) sia stato in grado non solo di migliorare la qualità del sonno dei pazienti affetti da apnee ostruttive del sonno, ma soprattutto di ridurre in maniera drastica l’insorgenza di sintomi depressivi nei pazienti affetti da OSAS.

Lo studio ha coinvolto 779 pazienti affetti da apnee ostruttive nel sonno che, prima di sottoporsi alla ricerca, sono stati invitati a compilare il Questionario sulla Salute (PHQ-9) per poter determinare la presenza di una diagnosi di depressione.

Al termine dello studio, i pazienti sono stati invitati a compilare un nuovo questionario PHQ-9 per confrontare i nuovi risultati con quelli precedenti. Quanto è emerso ha provato l’efficacia della terapia a pressione positiva nelle vie aeree anche nei confronti dei sintomi depressivi.

Benchè tutti i pazienti abbiano dimostrato un evidente miglioramento a livello della depressione, il successo del trattamento si è mostrato in maniera ancora più notevole in quei pazienti che si sono sottoposti alla pressione positiva nelle vie aeree per più di quattro ore per notte.

Anche in Italia non si è rimasti a guardare  e ad Appiano Gentile (Co) è nato un servizio presso la Clinica Le Betulle che si occupapa proprio della identificazione della OSAS e della sua cura con particolare attenzione alla identificazione della compresenza di depressione. Il servizio si avvale di medici pneumologi che lavorano in stretta collaborazione con psicologi e psichiatri per garantire la miglior percentuale di successo.

A determinare un miglioramento delle condizioni della salute mentale dei pazienti esaminati, però, sono entrati in gioco anche altri fattori che esulano dalla terapia tradizionale vera e propria.

I ricercatori, infatti, hanno notato che anche una certa attitudine alla sonnolenza ha contribuito ad un miglioramento della depressione nonché lo stato civile del paziente: le persone sposate che si sono sottoposte allo studio, infatti, hanno riscontrato dei risultati migliori rispetto alle persone single o divorziate.

 

 

Fonte web: http://www.aasmnet.org/articles.aspx?id=3118